Patrick Levy

Pubblicazioni in francese

Pubblicazioni in Inglese

Pubblicazioni in Indi

Pubblicazioni in Ebraico

Contatto






Libri in italiano


IL QABBALISTA,

incontro con un mistico ebreo

Editrice Servitium , Milano, 2011
340 pagine, 18.50 euro

Patrick Levy costituisce uno strano fenomeno nel paesaggio degli autori di spiritualità: si definisce accanitamente ateo, ma s'interessa molto alle religioni e alle spiritualità. «Tutto ciò che appartiene all’umanità mi appartiene» dice per giustificare la sua curiosità.
Egli organizza diversi colloqui interreligiosi e vi prende parte.
Levy ha vinto con questo libro, uscito originariamente in lingua francese, il “Premio spiritualità d'oggi” 2002: speciale menzione della giuria.

Il qabbalista rende accesible la qabbalah e ne palesa « ilgloco e il coinvolgimento » attraverso il rittrato di rabbi Isaac Gildman di Belleville e suo modo di esserne interprete.
« Ecco un bel libro ! » scrive M.-A. Ouaknin nella Prefazione. « Bello per la sua precisione, e la luce che ci dona ! Un libro onesto. Una parola rar oggi. L’autore di questo libro ci conduce in un viagio iniziatico con una sobrietà chiara, quella di una passeggiala nel presente e nel passato, nella Parigi mitica di Belleville, tra racconto di memorie e finzione, in uno stile in cui si riconoscerebbe la tribù Malaussène di Pennac. con uno humour che ha l’accento yiddish di questo maestro seducente che scopriamo sotto il nome di rabbi Isaac...»
Telecaricare un estratto in PDF




L'ASTUZIA DI DIO
Editrice Servitium , Milano, 2015
523 pagine, 22 euro

Con questo secondo volume de Il qabbalista , Patrick Levy continua a coinvolgerci nella lettura criptata della Bibbia. No, Adamo non ha peccato! Nemmeno Èva ha mangiato il frutto dell'albero della conoscenza! Il serpente non è né fai so né scaltro, e l'umanità non è stata maledetta da Dio. Come pure non eravamo destinati a rimanere nel giardino di Eden. Grazie agli incontri con il qabbalista rabbi Isaac Goldman, l'autore demolisce le “certezze” religiose che opprimevano Adamo ed Èva, ma anche ognuno di noi. Inserendosi nel grande filone degli interrogativi posti dalla Torah, dal Talmud, dal Midras, dallo Zollar, e dai Detti dei padri di Maimonide..., l’autore dimostra che il nostro inizio è totalmente altro. Ci rivela alcuni dei segreti della Qabbalah e ci apre piste di libertà.
Telecaricare un estratto in PDF